Idee funzionali per un lungo viaggio in camper

Per molti di voi le cose che sto per dire saranno scontate, ma per chi come me si è trovato di fronte alla sua prima esperienza, può essere utile per velocizzare l’organizzazione. Il camper si sa, permette di fare valige molto più abbondanti rispetto ad un bagaglio da imbarcare in aereo o in nave, e non si corre il rischio che vengano smarrite ( magari l’unica che hai, con dentro tutto.. ). Lo spazio però non è infinito, grande o piccolo che sia il vostro camper, ha comunque un limite di capienza e se invece di un weekend al mare state per partire per un mese in Norvegia, bè la faccenda cambia. Soprattutto se avete deciso di fare un viaggio il più possibile low cost. Nel momento in cui mi sono trovata davanti vestiti e attrezzature fotografiche per due persone, attrezzatura per il camper e spesa per 26 giorni, ho realizzato che l’organizzazione funzionale di tutto sarebbe stata fondamentale!

Ecco alcuni trucchi che vi aiuteranno a sfruttare lo spazio avendo tutto a portata di mano su un Wingamm Oasi 540.

Contenitori e separatori per il vano armadio

Il nostro camper nel vano armadio posteriore ha solo tre scomparti laterali molto stretti e un grande spazio per appendere abiti e giacche, più cinque vani pensili nel corridoio ( due per la cucina e due per altro uso sopra il divanetto ).

Se le cose da mettere nell’armadio sono tante e principalmente da trekking (quindi praticamente antipiega), lo spazio così com’è non basta e occorre sfruttarlo al meglio. I separatori sono la cosa più funzionale, permettono di avere tutto in ordine e allo stesso tempo a portata di mano per ogni occasione.

 

Contenitori e separatori per il mobiletto del bagno

Anche in questo caso se state via molto o viaggiate in Paesi dove prima di trovare un centro abitato dovete fare almeno 500 km, avere con voi tutto il necessario per voi e per il camper è fondamentale. Sicuramente le cose che sapete di non usare tutti i giorni possono essere riposte nel gavone, ma ciò di cui avete bisogno spesso è meglio tenerle a portata di mano (non avere sotto mano la carta igienica mentre siete soli in camper o aver lasciato nel gavone qualcosa di indispensabile mentre fuori diluvia, non è piacevole). Già, ma dove metti tutto il necessario se hai solo un mini mobiletto con un solo ripiano? E magari devi tenerci anche il necessario per il wc chimico, per le acque grigie, la carta igienica e un bidet? E’ più facile del previsto, un bel po’ di contenitori antiscivolo, asciugamani in microfibra e possibilmente anche accappatoi in microfibra, mini contenitori di detersivi e prodotti concentrati e confezioni il più possibile compatte.

Ricordatevi una cosa importante o potreste trovare brutte sorprese. Guardate bene dove passano tubi e canaline nell’armadietto del bagno, della cucina e soprattutto dei vani sedili, ricordate che alcuni si scaldano ed è bene non coprirli con materiali di cui non si conosce bene la consistenza.

Porta oggetti

Se ancora non avete recuperato abbastanza spazio, guardatevi intorno. Avete sicuramente almeno due ante ( un’anta e una porta per la precisione ) da sfruttare ancora per i mini accessori e le cose di uso pratico e rapido, ad esempio spazzolino e dentifricio, sapone, ecc.

Perché queste cose devono essere a portata di mano ma incastrate in qualche scomparto?

Semplice, perché la vostra vacanza sarà comodamente in campeggio ( per una o due settimane nello stesso posto intendo ) non avrete problemi e potrete lasciare le cose in ordine sparso per il camper, ma se sarete in viaggio almeno 10 ore al giorno, pranzando al volo e dormendo ogni sera in un parcheggio/campeggio diverso, vi assicuro che diventa un lavoro e non più un piacere. E perché se su quel camper dovrete viverci per 26 giorni, con qualsiasi condizione metereologica e climatica, in ogni luogo e secondo ogni abitudine possibile, vi assicuro che è bene avere le cose essenziali a portata di mano.

Vano aggiuntivo per scarpe

Dite che sto esagerando? Forse sì, ma per due montanari come noi è fondamentale questo spazio. Chi va in montagna sa bene quanto sono ingombranti gli scarponi, che quasi sempre sono bagnati o infangati e che ce ne vuole uno per ogni occasione (o quasi). Ecco, noi abbiamo creato una piccola aggiunta strutturale: un contenitore in legno della misura del vano tra i sedili posteriori e il divanetto.

Noi abbiamo la fortuna di avere una persona che se la cava con il legno, ma non è necessario. E’ sufficiente prendere le misure e trovare un contenitore rigido che possa andare bene. Legno e rotelline sono indubbiamente più comode, ma anche un cassone di plastica ha le rotelle e soprattutto un coperchio. La plastica è meno resistente nel tempo ma meglio gestibile a livello di pulizia, quindi valutate voi.

Organizzatori per stoviglie e utensili cucina

Lo so, lo so non tutti hanno qualcuno che sa cavarsela con il legno. Come dicevo prima, non è necessario il legno, basta avere un po’ di fantasia, un pizzico di senso pratico e l’IKEA a portata di mano. Poi chiaramente dipende da quali sono le vostre esigenze, noi abbiamo organizzato il tutto portando solo l’indispensabile.

Nel nostro ultimo viaggio abbiamo scoperto che in questo caso il legno più trasformarsi in un problema. Se hai pensato di dimenticare il contenitore del detersivo piatti in uno dei vani, e questo con la quota pensa bene di aprirsi e poi rovesciarsi, è veramente un casino. Le fanciulle sanno cosa vuol dire tirare via il detersivo in eccesso, soprattutto su superfici o in cassetti di materiale che si impregna.

Adattatori e prese multiple

Sembrerà una cosa scontata, e sicuramente per chi ormai è un viaggiatore esperto lo è, ma per chi è alle prime armi è una riflessione utile. Siamo abituati ad avere mille prese di corrente, almeno una in ogni stanza, e spesso non ci accorgiamo nemmeno più che utilizziamo contemporaneamente più cose. In camper non ci sono tutte ste prese, soprattutto su quelli di qualche anno fa, e bisogna sempre fare i conti sulla riserva accumulata dal pannello solare. Se siete in campeggio con l’allacciatura di corrente, nessun problema, l’unica preoccupazione sarà recuperare una multipresa per poter caricare più cose contemporaneamente. Se invece siete in viaggio e non sempre troverete un campeggio, allora la faccenda si complica perché l’unica carica che avrete sarà quella della batteria mentre siete in viaggio (l’accendisigari per intenderci) e del pannello solare che si sarà ricaricato di giorno, con una presa simile a quella dell’accendisigari in cucina e bagno. Vi assicuro che, a meno che non siate sopra il circolo polare artico in estate (con luce 24/24h), non durano tantissimo le scorte. Se avete PC o Tablet oltre ad un paio di smartphone vi conviene recuperare qualche riserva di carica, le trovate comodamente anche su Amazon.

Attrezzatura che non può mancare

Sempre per il discorso che finché siete in campeggio e magari in paese non ci sono problemi ma se state 26 giorni in mezzo al nulla qualche problema c’è, vi do qualche spunto sulle cose che serviranno per essere autonomi in ogni occasione:

  • filo per stendere i panni e mollette, possibilmente anche un “ragno” con mollette incorporate per le emergenze causa maltempo.
  • 2 bacinelle di media dimensione, che si debbano lavare le mutande o l’insalata servono sempre e fare entrambe le cose nella stessa bacinella può essere un problema!
  • 2 cassette di plastica o ceste (meglio se pieghevoli), servono sempre che sia per portare i panni in lavatrice o i piatti al lavatoio o per stendere il bucato appena lavato nella bacinella.
  • sedie e tavolino da campeggio, anche se state partendo per il freddo nord. Noi ci siamo mangiati le mani per averle lasciate a casa col pensiero che “tanto fa freddo, non ci servono”, abbiamo imparato che non si conosce mai il clima di un posto abbastanza bene prima di partire.
  • canna dell’acqua per il carico
  • cavo elettrico per allacciarsi alla corrente ( informatevi bene sulle prese di corrente, noi abbiamo avuto una brutta sorpresa in Norvegia! ), possibilmente lungo soprattutto se andate all’estero perché capita spesso che le paline siano poche e i campeggi molto grossi.
  • cunei
  • necessario per wc chimico e acque grigie, se fate viaggi lunghi fate bene i conti di quanto prevedete di usarne perché non si trovano facilmente in giro.
  • cassetta degli attrezzi
  • prese e adattatori di vario tipo

Se volete sapere dove siamo andati, cliccate Isole Lofoten in camper: come organizzare.

a_nice_veiw_from_reinebringen~2

Autore: Giorgia Ricotti

3 commenti Aggiungi il tuo

  1. girovagamondo ha detto:

    ottima organizzazione

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...