Isole Lofoten in camper: come organizzare

Le guide turistiche, come è giusto che sia, vi daranno un sacco di informazioni su cosa vedere, dove mangiare, dove dormire e molto altro, ma nessuna vi dirà come arrivare, come muovervi e come organizzarvi con un camper. Noi abbiamo scoperto che, a dirla tutta, anche chi c’è già stato non vi darà le informazioni che forse state cercando. Perché? Per il semplice motivo che ogni viaggiatore organizza il viaggio a seconda delle proprie esigenze, dei propri ritmi e delle proprie possibilità, quindi ogni persona con cui parlerete vi darà la propria versione dei fatti. Prima di organizzare praticamente il viaggio abbiamo chiesto a parecchie persone e abbiamo ricevuto diari di viaggio, moltissime foto, indicazioni su dove mangiare e cosa vedere, ma niente di realmente utile su come organizzare un viaggio personalizzato. In viaggio poi abbiamo toccato con mano quello che non avevamo preso in considerazione e quello che nessuno ci aveva detto, quindi in questo articolo non vi racconterò quali sono le cose belle o brutte delle Isole Lofoten, ma quali sono le riflessioni da fare per organizzare il viaggio secondo le vostre esigenze e quali sono le cose da sapere per non avere brutte sorprese come è successo a noi in alcune occasioni.

ViaMichelin

Sicuramente chiedere a www.viamichelin.it l’itinerario è un buon inizio, vi darà l’idea di quanta strada indicativamente vi separa dalla meta e quale può essere l’itinerario più breve, così potrete iniziare a fare una stima delle tappe in base a varie considerazioni che faremo più avanti. “Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio”, ViaMichelin conosce la strada meglio di voi, ma anche se imposterete nel calcolo tutte le specifiche del vostro mezzo, non vi dirà mai che in quel tratto a tornanti non ci passerete o che la pendenza della discesa potrebbe essere un problema. Date sempre un’occhiata in modo più accurato, soprattutto se per risparmiare 10 min o qualche chilometro vi fa uscire dall’autostrada per fare un passo di montagna. Noi abbiamo seguito le indicazioni e abbiamo fatto il Fernpass ( Austria ) invece di proseguire per l’autostrada, e tra pendenza e colonna abbiamo visto facce poco felici. Abbiamo la fortuna di avere un Wingamm Oasi 540 che bene o male va dappertutto, ma abbiamo visto camper più grandi e roulotte che incrociavano camion a fatica. Quindi vi dico, quando vedete indicazioni strane date sempre un occhio anche a Street View dove si può. Anche sui costi prendete le indicazioni con beneficio di inventario, informatevi sul costo del carburante nei vari Paesi.

Se volete sapere qual è stato il nostro itinerario potete dare un’occhiata qui, sono fatti con Google Maps solo per comodità.

Itinerario di andata:

https://www.google.it/maps/dir/Voghera,+PV/Laimburg,+39051+Stadio-laimburg+Bozen/Niestetalweg,+34123+Kassel,+Germania/Limhamn,+Malm%C3%B6,+Svezia/Stall%C3%A4ngsgatan,+753+18+Uppsala,+Svezia/Saiva+Camping+%26+Stugby,+Ryttarv%C3%A4gen,+Vilhelmina,+Svezia/Polarsirkelen,+Norvegia/Bod%C3%B8+havn+KF,+Bod%C3%B8,+Norvegia/Moskenes,+Norvegia/Reine,+Norvegia/

Itinerario alle Isole Lofoten:

https://www.google.it/maps/dir/Reine,+Norvegia/Moskenesstraumen+Camping/Strand+og+Skj%C3%A6rg%C3%A5rdscamping/Marka,+Flakstad,+Norvegia/The+Ceramic+Tower+at+Vikten/Lofotr+Viking+Museum/Eggum+naturreservat/Henningsvaer,+Norvegia/Hammerstad+Camping,+Svolv%C3%A6r,+Norvegia/Parco+nazionale+Abisko,+Svezia/

Itinerario di ritorno:

https://www.google.it/maps/dir/Parco+nazionale+Abisko,+Kiruna+V,+Svezia/G%C3%A4llivare+Camping+AB,+G%C3%A4llivare,+Svezia/Vojma+Optik+AB,+Postgatan+10,+912+32+Vilhelmina,+Svezia/Medborgarhuset,+Magasinsgatan,+S%C3%A4ffle,+Svezia/Skagen,+Danimarca/L%C3%B8nstrup+Camping+-+M%C3%B8llebakken,+M%C3%B8llebakkevej,+Hj%C3%B8rring,+Danimarca/Hann.+M%C3%BCnden,+Germania/F%C3%BCssen,+Germania/San+Valentino+Alla+Muta,+BZ/Voghera,+PV

Che strada fare?

Dunque, nel nostro caso l’idea di base era quella di arrivare a destinazione il più velocemente possibile e possibilmente per la via più economica, quindi come potrete vedere qui abbiamo viaggiato a cannone (traffico e lavori stradali permettendo) fino a destinazione. Col senno di poi è una decisione impegnativa, ma di questo ne parleremo più avanti. Vi mettiamo sul piatto le varie opzioni, così potrete valutare quale è meglio per voi:

  • via Svizzera: se uscite dall’Italia attraversando la Svizzera, oltre alle spese di autostrada e carburante fino al confine, dovrete pagare il bollino verde di 38 € con validità di 14mesi ( troverete tutte le specifiche qui http://www.aci.it/il-club/soci-in-viaggio/per-chi-va-allestero/contrassegni-autostradali-svizzeri.html ) e un minimo di 70 € scarsi con validità 30 giorni per il traforo del San Gottardo ( tutte le info qui http://www.letunnel.eu/datapage.asp?id=12&l=1 per i costi in base alla categoria ). Per i più sprezzanti c’è la variante del passo del San Bernardino, non pagherete il traforo ma valutate bene la strada in base al mezzo che avete. In ogni caso ricordate questa cosa: se alla dogana svizzera arriverete con qualche etto in più del peso stabilito per il vostro mezzo, le ferie saranno finite prima ancora di cominciare.. e il vostro portafogli potrebbe alleggerirsi parecchio. Informatevi bene sulla normativa prima di partire.
  • via Austria: se uscirete dall’Italia passando dal Brennero, oltre come sempre al pedaggio autostradale e al carburante fino al confine, dovrete mettere in conto 8,90 € di vignetta austriaca con validità 10 giorni (quindi ricordatevi di ricomprarla al ritorno se state via di più) e 9 € di pedaggio al Passo del Brennero Qui troverete le info per la vignetta http://www.aci.it/il-club/soci-in-viaggio/per-chi-va-allestero/contrassegni-autostradali-austriaci.html . Si acquista comodamente all’ultimo autogrill italiano ( Müglischken ) o al penultimo ( Isarco ).

Una volta oltrepassate Austria o Svizzera, dovrete inevitabilmente attraversare la Germania. La cosa bella della Germania è che le autostrade sono gratuite, la cosa brutta è che nell’estate 2016 era un gigantesco cantiere con code interminabili causa rifacimento manto stradale. Tenetene conto, noi abbiamo perso praticamente un giorno. Per definire la strada da fare dovrete prima decidere come affrontare Danimarca, Svezia e Norvegia perché in base a questo dovrete decidere autostrada e tappe. Ecco le alternative per decidere qual è la soluzione migliore per voi:

  • ponti della Danimarca: da Kolding (Danimarca) a Malmö (Svezia) i ponti sono tre, di cui solo 2 a pagamento. I prezzi nell’estate 2016 erano: Øresund 410 DKK (circa 56 €) e Korsør 240 DKK (circa 33€). A questo aggiungete il costo carburante in base ai chilometri da percorrere. Le autostrade anche in Danimarca sono gratuite, non hanno asfalto drenante quindi se piove vi toccherà rallentare il ritmo, anche qui tenetene conto. Qui troverete tutte le informazioni necessarie sui ponti danesi https://www.oresundsbron.com/en/start https://www.storebaelt.dk/english . Non è necessario avere particolari carte stradali o prenotazioni, sono prolungamenti dell’autostrada con un semplice casello. Non preoccupatevi se (come noi) avete dimenticato di farvi cambiare anche un po’ di corone danesi, si paga con ogni tipo di carta, bancomat o prepagata.
  • traghetto Rostock (Germania) – Trelleborg (Svezia)
  • traghetto Puttgarden (Germania) – Rødby (Danimarca) + ponte Copenaghen (Danimarca) – Malmö (Svezia)
  • traghetto Frederikshavn (Danimarca) – Göteborg (Svezia)
  • traghetto Hirtshals (Danimarca) – Kristiansand o Oslo (Norvegia)

Le tariffe dei traghetti cambiano a seconda dell’orario e della stagione, di seguito troverete i link necessari per avere un’idea sui costi e sulla durata del tragitto per poi valutare quale strada sia meglio per voi. Vi posso dire che noi non abbiamo mai prenotato, né i traghetti piccoli tra isole né i traghetti grandi tra Paesi, e mettendosi in coda in tempo utile si riesce sempre a salire anche nei mesi turistici. https://www.aferry.it http://www.directferries.it https://www.stenaline.com

DSC_0228~2

Una volta messi sul piatto costi, tempi di percorrenza, chilometri di guida e costo carburante, siete quasi pronti per una pianificazione dettagliata del vostro lungo viaggio. A questo punto dovete “solo” decidere se mentre salite volete vedere la Norvegia o la Svezia, in modo da ultimare il percorso dall’alta Germania fino alla parte bassa della Scandinavia (che sia Norvegia o Svezia). Vi posso dire, come ultima riflessione, che la Svezia è la strada più veloce ed economica. Personalmente ho scoperto che è molto bella e se deciderete di passare di qui non vi deluderà! Le strade sono ben curate e molto scorrevoli, anzi in linea di massima non troverete quasi nessuno e potrete viaggiare tranquillamente ad una velocità di crociera di 100km/h. L’unica cosa a cui dovrete fare attenzione sono le renne sulla strada, i fossi a bordo strada (le strade sono rialzate e senza guardrail) e, anche se sembra incredibile, agli autovelox con limite di 50 km/h in prossimità delle poche case che incontrerete nell’interno. In Norvegia sicuramente il paesaggio è imponente e totalmente diverso, ma ricordatevi che è montuosa (quindi a percorrenza più lenta) e ha molte strade e ponti a pagamento.

Autonomie

Eccoci qui, dopo aver preso in considerazione tutti gli aspetti tecnici è il momento di dover prendere in considerazione gli aspetti umani. Sembrerà una cosa stupida, ma vi assicuro che se è il primo lungo viaggio che affrontate questo è il calcolo più importante da fare! Su tutto il resto si trova sempre una soluzione, sulla stanchezza no e può anche rovinare una vacanza. Fate un esame di realtà, siate onesti con voi stessi su qual è la vostra autonomia di guida, soprattutto se avete intenzione di raggiungere le Lofoten nel minor tempo possibile e senza prevedere tappe turistiche nel tragitto. Se volete avere un’idea, qui troverete il nostro diario di viaggio; l’itinerario è stato calcolato con due guidatori, di cui una (io) alla prima esperienza di guida su lunga percorrenza con un camper di 5,40 m e l’altro con mal di schiena. Pensate bene quanto potete resistere seduti su un camper, mangiando al volo e dormendo il minimo necessario, aggiungete le code e il maltempo che sicuramente renderanno il viaggio ancora più stressante e poi ultimate il percorso che avevate in mente con un po’ più di calma.

Seconda, ma non meno importante, autonomia del mezzo: carico/scarico acqua e wc, corrente elettrica. Se riuscite ad essere autonomi per qualche giorno potete tranquillamente fermarvi a dormire nelle aree di sosta autostradali, in Germania Danimarca Svezia e Norvegia ce ne sono davvero tantissime. Risparmierete qualche soldo e non dovrete perdere tempo a trovare un campeggio per la notte ogni sera.

Guide e cartine stradali

Premettiamo che non abbiamo il navigatore in camper, se non sullo smartphone (che funziona tra il sì e il no) perché siamo amanti della navigazione “alla vecchia maniera”, cioè con cartina e atlante stradale. Se vi può interessare ci siamo trovati bene con Atlante Stradale Europa di Michelin, perché oltre ad avere una cartografia precisa e leggibile segnala altre cose utili in viaggio sia sulle strade (ad es. pendii ripidi, strade panoramiche o pericolose, ecc.) che nei vari Paesi.

Se vi interessa la trovate comodamente su Amazon:

https://www.amazon.it/dp/2067173693/ref=asc_df_206717369345509019/?tag=googshopit-21&creative=23390&creativeASIN=2067173693&linkCode=df0&hvdev=c&hvnetw=g&hvqmt=

Un’altra cosa che abbiamo trovato utile è Guida Camper Europa Ed. 2017 – Facile Media Ed. Il Castello.

Sicuramente la tecnologia aiuta, esiste anche l’applicazione Camperstop-App ( www.camperstop.com/app ) per Android ed Apple, ma se il telefono non prende (e per esempio nell’interno della Svezia succede spesso lontano dai centri abitati) avere di scorta qualcosa su carta può essere utile. Come recita la copertina troverete 9651 aree di sosta dei 27 Paesi presi in considerazione dalla guida. Ovviamente non sono indicate tutte le aree di sosta esistenti, ma ce ne sono abbastanza per muoversi in tranquillità. In più troverete anche informazioni dettagliate sulle norme di circolazione Paese per Paese, con limiti di velocità e necessario a bordo in caso di controllo. Pero ogni area di sosta è indicato: coordinate GPS, indirizzo, costo, servizi disponibili per camper e passeggeri, tipo di superficie e cosa trovate sul poste o nelle vicinanze (ristoranti, paese, spiaggia, info point, ecc). Se proprio dobbiamo trovare una nota a sfavore, come per l’Atlante stradale di Michelin, è la dimensione, ma non si può avere tutto.

Anche questa la trovate su Amazon:

https://www.amazon.it/Guida-camper-Europa-2017/dp/8865208775/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1504006998&sr=8-1&keywords=guida+camper+2017

Guide turistiche

In generale sulle Isole Lofoten non troverete nulla di specifico comprabile dall’Italia, e in generale quello che troverete sulle guide è limitato a poco più di qualche pagina. A noi sono state regalate queste due guide, ma (con il senno di poi) se la vostra meta sono esclusivamente le Isole Lofoten o le Isole Vesteralen, non vale la pena comprare una guida intera perché troverete molto di più in loco. Vi diamo comunque due informazioni per ogni guida, così potete valutare se e cosa vi può servire.

Guida Norvegia del Touring

Come tutte le guide Touring ha molte foto ed è interamente a colori, corredata di bigino estraibile con info pratiche dai numeri di soccorso a cosa mangiare in Norvegia. Alle Isole Lofoten dedica solo 5 pagine (e altrettante alle Isole Vesteralen), principalmente con informazioni stradali.

https://www.amazon.it/Norvegia-Bergen-Trondheim-Lofoten-Svalbard/dp/883656268X/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1504006275&sr=1-1&keywords=norvegia+touring

Guida Norvegia Lonely Planet

Come tutte le guide Lonely Planet non è a colori, esclusa la parte iniziale con la top 10. Rispetto alla guida Touring dedica molto più spazio sia alle Isole Lofoten che alle Isole Vesteralen (17 pagine alle prime e 10 pagine alle seconde per essere precisi), dividendo ciascun arcipelago per isole indicando per ognuna i luoghi di interesse, dove mangiare e dormire, feste e attività.

https://www.amazon.it/Norvegia-Anthony-Ham/dp/8859207207/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1504006198&sr=8-1&keywords=norvegia+lonely+planet

Cartina stradale Isole Lofoten 1:100000

Non è in italiano ma è scritta in tre lingue ( inglese, tedesco e norvegese). E’ molto dettagliata e soprattutto plastificata! Non è economica come le nostre ma, dopo aver conosciuto clima e costo della vita in Norvegia, vi assicuro che vale tutti i soldi che vi chiedono. Troverete indicati: info point, ospedali, hotel, rifugi e ostelli, campeggi, ristoranti e caffetterie, attività sportive e non, porti/eliporti/aereoporti, rotte di traghetti e navi, sentieri (i principali) e anche qualche foto.

https://www.amazon.it/Lofoten-Touristische-topographische-Wanderkarte-Norwegen/dp/3931099261/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1504006316&sr=8-1&keywords=cartina+lofoten

copertina 3

Se volete saperne di più su curiosità e informazioni necessarie prima di partire cliccate Isole Lofoten: 4 cose da sapere prima di partire e Idee funzionali per un lungo viaggio in camper.

Se vi interessano informazioni sul trekking alle Isole Lofoten invece cliccate Trekking alle Isole Lofoten: istruzioni per l’uso.

Vi lascio anche i link degli articoli di aggiornamento inerenti al campeggio Camping Key Europe e ai pedaggi autostradali ​Le misteriose autostrade scandinave , in entrambi i casi saperlo prima aiuta.

 

Autore: Giorgia Ricotti

3 commenti Aggiungi il tuo

  1. Vi do il tiro ha detto:

    Ciao, anch’io sono una camperista e questo viaggio è il “viaggio” che cerco da organizzare da una vita. Grazie per i suggerimenti sono utilissimi.

    Mi piace

    1. justoncemoretravel ha detto:

      Grazie a te per averci fatto visita, scusaci se trovi poco materiale ma abbiamo appena aperto la pagina e siamo all’opera 🙂 Per qualsiasi altra informazione scrivici giorgia.ricotti@gmail.com

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...