Trekking alle Isole Lofoten: istruzioni per l’uso

Mentre sarete sulla cima di una montagna di meno di 1000m, in un ambiente apparentemente montano d’alta quota, potrete sentire l’odore salato del mare. Guardando verso l’orizzonte potrete vedere montagne a perdita d’occhio, abbassando lo sguardo potrete vedere un’aquila volarvi accanto mentre un kayak dai colori brillanti si fa strada tra scogli e acque turchesi. Nei depliant troverete scritto “..the mountains in Lofoten rise straight up out of the sea” (cioè, le montagne delle Lofoten si innalzano dal mare) e quando arriverete con il traghetto da Bodø capirete quanto sono vere queste parole. Non è un’esagerazione, sembrano davvero risalite dal mare in un attimo. Sembrano galleggiare  sul pelo dell’acqua quasi per errore, come se la natura si fosse dimenticata degli ambienti di transizione che separano mare e montagna. Sono davvero incredibili! Acqua cristallina e di un azzurro che sembra dipinto, spiagge dorate da fare invidia ai tropici che accarezzano i piedi di bastioni imponenti dalle forme curiose. L’odore del merluzzo essiccato che si mescola all’aria frizzante e fresca di montagna, nubi talmente basse e soffici da poterle toccare mentre sei seduto in spiaggia, tempeste spettacolari (di cui fortunatamente abbiamo visto solo le foto).

travel 2

Clima

Nonostante quello che vi abbiamo raccontato qui possiamo dirvi che grazie alla corrente del Golfo, il clima in queste isole è molto più mite che in ogni altro luogo alla stessa latitudine (non dimentichiamoci che siamo ben sopra il Circolo Polare Artico). Il mese più caldo è Luglio, con temperature medie di 12°C , quindi non sperate di trovare alle Lofoten una destinazione per vacanze in spiaggia. Detto questo non disperate, il termometro può salire anche fino a 20/22°C per qualche giorno. Non stupitevi però se troverete 15 giorni di pioggia.. anche questo fa parte delle isole Lofoten. Quando vi dicevo che le nubi si possono toccare stando in spiaggia non scherzavo, si chiama Sea Mist o “nebbia marina” ed è la causa principale dell’imprevedibilità del meteo. Come dicevamo nel precedente articolo, è difficile fare una previsione meteo qui. Potrebbe anche succedere che mentre il meteo sullo smartphone vi indica sole pieno, voi siate sotto pioggia, vento, nebbia e stiate maledicendo la stazione metereologica per aver toppato in pieno. Sappiate che non è colpa di nessuno, il clima qui funziona così: si possono prevedere le grandi perturbazioni atlantiche o i periodi di caldo anomalo su scala globale, ma cosa succederà davvero in ogni fiordo non è dato saperlo con certezza. Se a Reine c’è un sole da stare in maglietta, Vinstand può essere sotto le nubi (perché non protetta dalle montagne) ma lo scoprirete solo dopo 15 minuti di traghetto. Se partite attrezzati per ogni evenienza e con il giusto spirito, possiamo garantirvi che potrete godere di spettacoli unici!

Oltre al meteo è necessario tenere a mente altre due cose quando ci si muove in estate alle Lofoten.

Il sole di mezzanotte: dal 28/5 al 14/7 il sole non scende mai sotto l’orizzonte, quindi avrete 24 ore di luce per fare tutto ciò che vi viene in mente! Se siete particolarmente sensibili durante il sonno, attrezzatevi con mascherine per dormire. In camper ci sono gli scudi ma se viaggiare in auto o in tenda dovete organizzarvi diversamente. Nei periodi appena prima e appena dopo il sole tramonterà, ma resterà talmente vicino all’orizzonte da regalarvi comunque 24 ore di luce (anche se non di sole pieno)

DSC_0727~2

Le maree:  sono un fattore molto importante, non tanto per l’aspetto paesaggistico, ma per valutare sentieri e piazzole in cui campeggiare con la tenda. La differenza tra alta e bassa marea è di circa 3m, ricordatevelo sempre, anche dove sembra poco importante. I litorali sono bassi e spesso quei 3 m possono percorrere chilometri. Se non volete trovarvi con la tenda allagata, la barca a penzoloni sul pontile o restare bloccati su un sasso per ore, fatevi spiegare all’ufficio informazioni come si muovono e quali sono gli orari. Potete anche consultate questo sito per avere le informazioni che vi servono, vi basterà selezionare il Paese e la località per avere in tempo reale l’andamento.

http://it.surf-forecast.com/breaks/Unstad/tides/latest

Sentieri e rifugi

Come per il meteo, anche per i sentieri abbiamo scoperto a nostre spese il senso della frase letta di sfuggita nella guida “In Norway we have a tradition of finfing our own way in the mountains and taking care of ourselves” ( Kristin Folsland Olsen – Explore Lofoten ).

Bene, fare trekking qui è proprio così! Devi davvero trovare la strada da solo, tra felci e arbusti alti quasi come te, salite fangose su rocce che sembrano vetro e muschio spesso 15cm, spesso in assenza di segnaletica. I sentieri sono ben diversi da quelli a cui siamo abituati noi “al Sud” (Italia, Francia, Svizzera o Austria per intenderci). Non sono tutti così, ma questo è per dirvi che se non siete abituati a leggere l’ambiente e a muovervi di conseguenza, è bene che vi informate prima di avventurarvi magari con dei bambini non abituati a quel tipo di gita. La bella notizia è che stanno lavorando per voi! Ora che sempre più turisti ed escursionisti si spingono sui sentieri delle Lofoten che, a detta dei locali “spesso non sono adeguatamente preparati”, è sorta la necessità di migliorarne la manutenzione. Su alcuni sentieri troverete già tutto questo: ripristino fisico della traccia, marcatura e segnaletica, parcheggi e servizi in zona, limitazione o controllo dell’accesso in aree protette, ecc. Tutto questo, udite udite, è possibile grazie ad un gruppo di sherpas nepalesi che, con la loro esperienza e grazie ad un progetto su scala nazionale, realizzeranno una vera e propria rete di sentieri su gran parte delle isole.

Anche i tempi di percorrenza dei sentieri sono da prendere con i dovuti modi, sono pensati per i locali e vi assicuro che hanno un altro modo di vivere la montagna.

Per quanto riguarda i rifugi vale lo stesso principio dei sentieri. La parola rifugio è l’essenza di quello che troverete, cioè un riparo di fortuna in caso di emergenza. Anche dove troverete una struttura capace di accogliervi per il pernottamento e un pasto caldo (sappiate che sono  rare) non aspettatevi i rifugi trentini o valdostani con ogni tipo di comfort.

20170801_123108~2DSC_0428~2

Se volete vedere qualche foto dei trekking o avere altre info, potete curiosare sulla nostra pagina Facebook o frugare tra i trekking che abbiamo fatto.

Abbigliamento

Se avete letto i punti precedenti sarà facile capire cosa mettere nello zaino. Se volete facciamo un breve riassunto insieme, ma se siate abituati ad andare in montagna non ne avrete bisogno. Non possono mancare:

  • giacca a vento
  • maglione
  • cuffia, guanti e scalda collo

( il peso dipende da quanto siete freddolosi, ricordatevi che la temperatura media è 12°C)

  • antivento e/o antipioggia
  • zaino impermeabile o con copri zaino
  • scarponi da trekking alti e impermeabili (i sentieri sono fangosi e con pozze nascoste sotto lo strato d’erba, è un attimo finire dentro fino alle caviglie)
  • pantaloni lunghi impermeabili ( ci sono erbacce e il sottobosco è umido)
  • tenete nello zaino un paio di calze di scorta
  • repellente per zanzare e/o pomate varie per tafani e simili se siete allergici
  • maglietta e maglia leggera (in caso uscisse il sole)
  • protezione solare e occhiali da sole (anche se fa freddo il sole scotta la pelle, come in montagna da noi)
  • acqua e viveri (non troverete nulla sulla strada)

Queste sono le cose che non possono mancare nello zaino, poi ovviamente in base a quello che farete e alla vostra resistenza al tempo atmosferico, valuterete le aggiunte o le rinunce.

Non ci resta che augurarvi buon divertimento!

 

Se sei alle prime esperienze di trekking possono interessarti questi consigli:

Cosa vuol dire fare trekking – Dislivello e difficoltà – Una notte in Rifugio – Una notte in BivaccoViaggi in trekking

 

Autore: Giorgia Ricotti

16 commenti Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...