Cascate del Gorello

Le Cascate del Gorello offrono uno spettacolo unico nel suo genere. Bianche e sulfuree acque fumanti (soprattutto d’inverno) che si gettano nel fiume Stellata attraverso cascate e vasche naturali traboccanti. Queste “piscine” sono in continua evoluzione perché i depositi di carbonato di calcio ne modificano continuamente la forma e il corso. Acqua termale sulfurea a temperatura costante di 37,5 gradi. Un meraviglioso flusso rigenerante che, dopo un lungo percorso in profondità, dalle viscere del Monte Amiata rivede la luce nella grande piscina termale naturale al centro del Resort di Saturnia. Le acque calde provenienti da questa sorgente, una volta uscite dallo stabilimento offrono diversi punti relax lungo il loro percorso.

La zona più scenografica e conosciuta, ma anche la più affollata, è ovviamente quella delle piscine naturali in prossimità del vecchio Mulino del Gorello e delle cascate che si formano alle sue spalle: dotate di parcheggio, comode da raggiungere, con bar a portata di mano e ampie vasche con spazio per tutti. Vale sicuramente la pena farci un giro anche se siete venuti per rilassarvi e non amate la confusione.

Se invece volete stare tranquilli potete risalire il torrente termale fino alle porte dello stabilimento. Sopra il vecchio mulino, prima di formare le cascate, il torrente scorre in piano creando una serie di piccole pozze dove potrete stare (più o meno) comodamente seduti tra le carezze della corrente calda.

Oppure potete percorrere il viale di ingresso dello stabilimento termale fino alla fine del rettilineo e, in prossimità della curva, prendete il sentiero sulla destra che si dirige verso “L’Alberone” (grande albero in mezzo al prato, visibile anche dalla strada); ai piedi di questa grande pianta troverete pozze tranquille dove rilassarvi e godere dell’acqua leggermente più calda proveniente direttamente dallo stabilimento termale.

Tutto questo è rigorosamente gratuito (parcheggi esclusi) e accessibile tutto l’anno.

Ps. Sappiate che costumi e vestiti puzzeranno di uovo marcio per sempre! 🙂

Accesso: SS1 – Aurelia ( E80 ) uscita Albinia. Imboccate la SS74 direzione Manciano, superato il paese prendete la strada 322 direzione Montemerano; più avanti troverete il bivio per Saturnia. Troverete una piazzola panoramica dove potrete ammirare dall’alto l’intero complesso delle cascate termali; proseguite in discesa e poco dopo l’ingresso del golf delle Terme (sulla vostra destra) troverete sulla vostra sinistra l’indicazione Cascate del Gorello – Parcheggio. In estate il parcheggio è spesso pieno, se non trovate posto potete proseguire lungo la strada in direzione Saturnia e svoltare a sinistra davanti all’ingresso dello stabilimento termale, troverete 300 m più avanti il parcheggio/campeggio Alveare dei Pinzi. Non parcheggiate lungo la strada nei pressi del golf perché fioccano le multe!

Se parcheggiate/campeggiate all’Alveare dei Pinzi avrete a disposizione il servizio di bus navetta che ogni ora percorre il triangolo parcheggio – stabilimento termale – Cascate del Gorello.

 

 

Per informazioni e prezzi dell’Alveare dei Pinzi Saturnia in camper.

Se invece volete una coccola in più, provate le Terme di Saturnia – SPA & GOLF RESORT e non perdetevi il bagno nella piscina della sorgente!

 

Nota invernale (per i freddolosi come me!)

Il clima in questa zona è si più mite rispetto a quello del nord ( noi siamo polentoni per intenderci, viviamo in quella fascia di terra tra nebbia e tristezza chiamata Pianura Padana), ma non così caldo da potersi permettere di fare le terme all’aperto in tutta calma. Se troverete una giornata di sole pieno le temperature possono arrivare anche a 15°C e quindi una volta usciti dall’acqua calda riuscirete ad asciugarvi, cambiarvi e vestirti senza morire di freddo. La media stagionale però non è proprio questa, spesso è soleggiato ma tira una brezza frescolina che rende il tutto più fastidioso, quindi organizzatevi con qualcosa di caldo per asciugarvi all’uscita.

Le Cascate del Gorello in inverno sono in ombra per buona parte della giornata, quindi l’orario migliore per andarci è nelle ore centrali della giornata. Le piscine sono sicuramente da vedere e da provare, perché in inverno sono ancora più belle, aumenta il colore verde scuro dei sedimenti e fumano creando un’atmosfera molto suggestiva; ma se volete un po’ più di comodità all’uscita dall’acqua e l’acqua leggermente più calda, è meglio il torrente che esce dallo stabilimento termale e va fino alla pozza a monte delle cascate.

DSC_01331

Autore: Giorgia Ricotti

5 commenti Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...