Rifugio Argentea

Leggenda narra che anche qui ci si possa godere il tepore del sole e la vista del mare in tutta tranquillità. Perché leggenda? Perché fino ad oggi non sono mai riuscita a godermi il cammino su questo splendido crinale. Sono stata più volte qui, in diverse stagioni (autunno, inverno e primavera) ma la costante è sempre stata il vento gelido che sembra portarti via e la necessità di fare in fretta per arrivare alla meta. D’altra parte, se le croci e i segnavia di questo sono famosi per le foto con la galaverna, un motivo ci sarà!

Oggi posso dirvi che la leggenda è vera, e anche qui sopra può splendere il sole caldo (che brucia la pelle) e ci si può gustare quella tiepida brezza seduti “al balcone”; si può lasciare che lo sguardo spazi su tutta la costa ligure, da Portovenere a Genova fino a Capo Noli, e poi ancora fino alle Alpi Marittime e alle spalle fino alla Pianura Padana. E’ davvero una visione a 360° e nelle giornate più limpide, oltre la pianura, potrete vedere anche l’arco alpino con le sue cime innevate. Questo facile ma panoramico sentiero di crinale è sicuramente uno dei percorsi più belli ( almeno, secondo me) del Parco Naturale Regionale del Beigua ( http://www.parcobeigua.it/index.php ).

Accesso:  uscita autostradale Masone, su autostrada Alessandria – Voltri. Alla prima rotonda fuori dal casello, svoltare a destra in direzione Masone – Genova.  Attraversate l’abitato di Masone proseguendo in direzione del Passo del Turchino. Oltrepassate la galleria e all’incrocio svoltate a sinistra in direzione Passo del Faiallo. Proseguite sempre sulla strada principale fino a raggiungere la sbarra (aperta) del Passo del Faiallo, nei pressi dell’Agriturismo La Nuvola sul Mare ( http://lanuvolasulmare.com ).

cartina

Tempo:  circa 3 ore (intero anello)

Dislivello: 150 m – 265 m ( con deviazione fino al Monte Reixa )

Itinerario:

Lasciate l’auto nei pressi dell’Agriturismo e dirigetevi verso l’ingresso della struttura. Troverete l’ingresso dell’Alta Via dei Monti Liguri (1050 m), imboccate la carrareccia che scende fino a raggiungere località Palazzina – Tassara (1001 m).

Qui il sentiero svolta a sinistra risalendo nel bosco di faggi; continuata a salire fino al Passo Vaccaria (1115 m), situato sullo spartiacque tra il Monte Reixa (alla vostra sinistra) e la Rocca Vaccaria (alla vostra destra), dove troverete il bivio con indicazione Rifugio Argentea. Finalmente il sentiero inizia a regalare un’ampia vista sulla costa e sulla città di Genova, proseguite sul sentiero a destra seguendo sempre le indicazioni dell’ Alta Via (AV).

Il sentiero sale dolcemente lungo la  panoramica dorsale che, piegando sul versante marittimo, contorna la Rocca Vaccaria e scende dolcemente fino al Passo Crocetta (1068 m).

Già si intravede in lontananza il Rifugio Argentea. Una volta scesi al Passo, lasciate l’Alta Via e tenete la sterrata che sale a sinistra verso il rifugio, che raggiungerete in pochi minuti.

Il Rifugio Argentea (1088 m) dispone del locale invernale sempre aperto e, nella bella stagione, di una camerata da 15 posti letto per il pernottamento. Non effettua servizio ristorante, ma troverete i membri del CAI che con un sorriso vi daranno bevande e caffè ( lasciando una piccola offerta). Per prenotare il pernottamento e per maggiori informazioni, cliccate qui http://www.caiarenzano.it/index.php/rifugio-argentea .

Dal rifugio è possibile, in una decina di minuti, raggiungere la cima del Monte Argentea (1083 m).

Ripercorrete il sentiero dell’andata fino al Passo Vaccaria dove, invece di scendere a sinistra verso località Palazzina, proseguirete dritti in direzione del Monte Reixa. Si raggiunge in breve la cima del Monte Reixa (1183 m) da cui si gode un’ampia vista sulla costa ligure.

Proseguite in discesa, seguendo sempre lo spartiacque, fino a raggiungere un curioso masso quadrato a ridosso della faggeta. Scendete lungo il sentiero che si addentra nel bosco fino ad un piccolo pianoro erboso ( con vista sulla città di Genova ) in cui svolterete a sinistra rientrando nel bosco.

25

Vi troverete in breve in una radura, tenete la sinistra fino ad arrivare alle spalle dell’Agriturismo.

 

Altri trekking nel Parco del Beigua:

Canyon della Val Gargassa – Lago della Tina

Altri trekking nella zona: I dintorni del Bric del DenteMonte ReixaMonte Rama

 

Se sei alle prime esperienze di trekking possono interessarti questi consigli:

Cosa vuol dire fare trekkingDislivello e difficoltàDislivello e difficoltàUna notte in RifugioUna notte in BivaccoViaggi in trekking

 

Autore: Giorgia Ricotti

9 commenti Aggiungi il tuo

  1. Djscanf ha detto:

    bellissimo panorama! grazie per aver condiviso questo itinerario

    Mi piace

    1. justoncemoretravel ha detto:

      Grazie a te per averlo letto 🙂 Ne arriveranno altri, ormai è iniziata la stagione 😀

      Mi piace

      1. Djscanf ha detto:

        è la stagione ideale, anche io ne ho già fatto qualche escursione e non vedo l’ora che arrivino domeniche e feste per poter scappare sui monti 😀

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...