Momondo Bloggers’ Open World Awards 2018

Eccomi qui, di ritorno da un viaggio, a raccontarvi cosa c’è di nuovo nel mio zaino. Questa volta vi racconto di un viaggio un po’ particolare, in cui non sono serviti aerei, valige o passaporti. O almeno, non quelli che ci si aspetta! Vi racconto di questa esperienza per ringraziarvi, perché se abbiamo raggiunto questo traguardo è soprattutto grazie a voi; ma scrivo anche perché, come sempre accade di ritorno da un viaggio, si impara sempre qualcosa di nuovo e si lascia sempre andare qualcosa di vecchio, che ormai non serve più.

Come vi dicevo per questo viaggio non sono salita fisicamente su nessun aereo, ma sono salita sul mezzo più difficile da prendere, quello che porta dritto in uno dei luoghi più misteriosi ed apparentemente inesplorati della Terra: te stessa. Sono partita con tante valige di cartone, ma per fortuna sono riuscita a tornare a mani vuote, portando con me soltanto ricordi, emozioni e un insegnamento importante che cambierà molte cose spero. Mi è servito un passaporto per iniziare questo viaggio, ma per fortuna non è servito ad aprire confini tra un luogo e l’altro; questo passaporto si è rivelato avere un potere ben più grande, perché ha aperto le porte dei miei confini. Ed è stato bellissimo.

Cos’è il Bloggers’ Open World Aword?

E’ un concorso per Blog e Blogger emergenti, che si è svolto per la prima volta in Italia proprio quest’anno. Come recita il sito di Momondo  https://www.momondo.it/content/bloggers-open-world-award/

Open World Awards – Blog che ispirano ad aprirsi al mondo

Viaggiare allarga i nostri orizzonti e i viaggi migliori iniziano proprio con il desiderio e la curiosità di scoprire il mondo, di incontrare altre persone e nuove culture.

Per premiare i blog e i blogger di viaggi che ogni giorno ci ispirano e ci spingono a raggiungere nuove mete, annullando barriere personali e culturali, momondo ha deciso di lanciare gli Open World Awards.

Se ami raccontare e condividere i tuoi viaggi con parole, immagini o video, partecipa agli Open World Awards di momondo. Unendoti a questo progetto avrai la possibilità di far crescere il tuo blog, aiutandoci a rendere il mondo un luogo più aperto.

#openworldawards

Come funziona?

Per partecipare è necessario scegliere una o più categorie delle 4 in concorso. Noi abbiamo scelto la Categoria Open World.

La categoria OPEN WORLD è per tutti i blogger che ispirano a viaggiare secondo i 5 modi di viaggiare promossi da momondo – ovvero con una mente aperta e libera da pregiudizi; creando nuove amicizie ovunque vadano; dicendo di sì a nuove esperienze; curiosi verso l’ignoto e sempre pronti a scoprire cose nuove. È possibile partecipare con un articolo di viaggio, anche se il tuo blog non tratta esclusivamente di questo. La scrittura deve essere interessante, informativa e lo stile adeguato e corretto, ma sarà soprattutto il tuo modo di rendere il mondo un luogo più aperto ad essere tenuto in considerazione.”

Dopo di che si invia il materiale, si aspetta il verdetto e se rientrate nei finalisti parteciperete alla votazione online e alla serata finale in cui verrà nominato il vincitore per ogni categoria.

Se proprio devo dirvi tutta la verità, solo la verità e nient’altro che la verità.. se al mio compagno non fosse capitato sotto gli occhi un post di un blog che seguiamo, non avremmo mai saputo dell’esistenza di questo concorso e nonostante tutto hanno dovuto obbligarmi a partecipare. La mia bassa autostima non aiuta mai quando si tratta di mettersi in gioco, ma in questo caso c’era anche tanta consapevolezza che essendo un concorso su territorio nazionale, non avrei avuto molte possibilità. Alla fine mi hanno convinta, sempre con la famosa storiella del “tanto non hai nulla da perdere..” e ho mandato questo articolo: Dove ancora splende il sole.

Potete immaginare la mia reazione quando una mattina mentre facevo colazione ho trovato il mio articolo sul sito di Momondo. Eravamo lì!! Tra i 15 migliori d’Italia per la categoria più importante del concorso. Potete anche immaginare l’ulteriore reazione ( no non era emozione.. era ansia straripante.. ) quando, dopo la votazione online, è arrivata la mail dal Team Momondo che mi mandava il pass per la serata di premiazione del 14 Giugno 2018 a Milano.

Screenshot_2018-06-19-15-22-29

Com’è andata?

Come dice una mia cara amica e come recita una canzone: bene, ma non benissimo. Ah ah ah, scherzo! Ovviamente vincere il premio sarebbe stato bellissimo, ma probabilmente se avessi vinto non avrei ritrovato qualcosa di molto più importante. Sicuramente un premio prestigioso sarebbe stato un trampolino di lancio non indifferente, ma mentre ascoltavo le parole della direttrice del marketing di Momondo o mentre parlavo con gli altri ragazzi li con noi quella sera, mi sono accorta che il mio intento era diverso. Io non ho mai voluto far diventare il blog un lavoro, loro sì e avevano tutte le ragioni e soprattutto le doti per portarsi a casa quel premio. Sicuramente avrei avuto la possibilità di fare qualche viaggio in più e di formarmi seriamente, ma in quella sala c’erano persone con molta più esperienza e molta più storia di noi. Vedere i loro blog, le loro foto e i loro video mi ha aperto un mondo! Ha rimesso in movimento l’energia del cambiamento che non sentivo da mesi, dandomi di nuovo la voglia di migliorare e di crescere. E questo, conoscendomi, non lo avrei ricevuto vincendo il premio, perché mi conosco e probabilmente mi sarei “seduta” con la convinzione che così poteva bastare. Avrei migliorato alcune cose, ne avrei imparate molte altre ma avrei perso qualcosa di importante: lo spirito con cui lo faccio. Non ho una targa di vetro con su scritto il nome del mio blog e la mia faccia resterà sconosciuta ai più, ma va benissimo così; perché essere nessuno ( il blog esiste da poco più di 9 mesi e tutto quello che c’è è frutto soltanto di pazienza e buona volontà ) ed essere seduti su quella sedia quella sera a guardare il tuo blog proiettato tra i finalisti italiani ( che erano più di 900 ) è una soddisfazione enorme!!

 

Se poi oltre alla soddisfazione, ti porti a casa un’emozione e una certezza ritrovata, hai vinto comunque. Sì perché fino a qualche giorno prima della premiazione, se qualcuno sul palco mi avesse chiesto “ma com’è nato Just Once More?” probabilmente avrei semplicemente risposto che era nato dall’idea di scambiare e condividere informazioni di viaggio e di trekking tra appassionati. Qualcosa di utile e pratico, in altre parole. Poi per fortuna ( e non è un errore ) mi è capitata una spiacevole esperienza lavorativa, che mi ha messo nella condizione di dover difendere ciò che stavo costruendo.. Questo non solo mi ha resa orgogliosa di me stessa, perché per la prima volta ho difeso un mio progetto senza alcuna paura, ma mi ha ricordato perché esiste Just Once More e perché è nato un gruppo di cammino che porta il suo nome. E’ nato per condividere emozioni, non solo informazioni. E’ nato per dimostrare che siamo tutti parte di un unico mondo, che non bisogna avere paura di varcare un confine o di aprire una porta, che un viaggio non è una destinazione ma un’emozione che ti porti dentro e che un trekking non è una prestazione sportiva ma un cammino consapevole che può dare molto più di ciò che pensi. Da quando c’è il gruppo di cammino mi sono accorta che le persone anche se sono in gruppo non sanno stare insieme, e anche se sono in natura non sanno godere dei suoi benefici.. Non guardano, non ascoltano, non sentono, camminano senza guardare dove vanno e dove sono, parlano a vanvera solo perché il silenzio fa paura e soprattutto, non si emozionano più per le cose semplici e vere. E non fa differenza se sono a mezz’ora da casa o dall’altra parte del mondo.

Ecco, Just Once More vuole essere un luogo, non solo un blog, in cui si condividono informazioni e avventure, ma soprattutto tempo, spazio ed emozioni. Just Once More è un modo di essere e di vivere; ed è una parte di me a cui non ho saputo rinunciare. Nella mia testa c’è che attraverso un racconto venga voglia di fare lo zaino e partire, mossi dalla curiosità e dallo stupore tipico di un bambino, e che dalla condivisione reale di un’esperienza venga voglia di crescere, diventando sempre meno in contatto sui social media e sempre più in contatto con il mondo.

Just Once More è un luogo in cui scoprire dove ancora splende il sole.

5 commenti Aggiungi il tuo

  1. Gipsy ha detto:

    complimenti in ogni caso! anche io ho partecipato ma non sono stata selezionata. ci saranno altre occasioni per entrambe!

    Piace a 1 persona

    1. justoncemoretravel ha detto:

      Davvero!? Non lo sapevo. Sarà per un’altra volta, per entrambe 😊 In bocca al lupo per tutto e buon cammino!! 😉

      Piace a 1 persona

  2. onetwofrida ha detto:

    Complimenti per questo bellissimo post pieno di energia!
    Da queste righe si percepisce che tutto l’impegno che ci metti!

    Piace a 1 persona

    1. justoncemoretravel ha detto:

      Complimenti a te, sei un esempio da seguire. Grazie, detto da te ha ancora più valore! ☺

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...