Lac Servaz

Un lago dai mille nomi ( Lac Servaz per i tabelloni – Lago La Serva per le cartine – Lago La Selva per Google ) ma dall’unica meraviglia e un sentiero che noi abbiamo ribattezzato il sentiero delle farfalle, perché in vita mia non ho mai visto una tale concentrazione di farfalle di ogni genere. Per nulla turbate dal passaggio dell’uomo, con un po’ di fortuna e pazienza, potrete fare qualche piacevole incontro e sicuramente qualche bella foto. Mi raccomando però, non toccatele! Perché?

“Si dice che la farfalla non sappia cosa sia il dolore.

Vive un giorno felice, poi per sempre muore”.   

– Pinocchio di Roberto Benigni –

Penso che ognuno di noi, almeno una volta nella propria infanzia, abbia sentito la storia che le farfalle possono volare solo grazie alla polverina magica che si trova sulle loro ali. E penso che allo stesso modo, da grandi, abbiamo imparato a non toccare le loro ali non tanto perché ci siamo bevuti la storia della polvere magica, ma perché forse dentro di noi è rimasto il dubbio che toccarle fosse davvero pericoloso per loro (anche se in fondo in fondo pensavamo fosse una cazzata). E se vi dicessi che la storia è vera? Chi ci parlava della polvere magica aveva ragione! Non del tutto e forse senza saperlo, ma è proprio così. La farfalle hanno davvero bisogno di quella “polvere” per poter volare; ovviamente quella che noi vediamo sulle loro ali non è polvere, ma un insieme di squame, così sottili e minuscole, da sembrare materiale polveroso al tatto. Se avete toccato una farfalla almeno una volta per sbaglio, ricorderete cosa vi avrà lasciato sulle dita:  “polvere” colorata. Queste squame, oltre a dare appunto la pigmentazione alla farfalla, rendono la struttura delle sue ali resistente ed è chiaro a tutti che, togliendola con un tocco, l’ala sarà meno robusta. Quindi la povera farfalla avrà una capacità di volo parzialmente o totalmente compromessa. Quindi se proprio non resistete e volete che una farfalla si posi sulle vostre mani, trattatela con estrema cura, avvicinate semplicemente il vostro dito o la vostra mano al suo corpo ( e non alle sue ali ) per permetterle di salire in autonomia ( e se ne avrà voglia ) sulle vostre dita.

Accesso : autostrada A5 uscita di Verrès. Una volta usciti dall’autostrada seguire le indicazioni per Champdepraz e successivamente Parco del Mont Avic – Covarey.

Difficoltà : E

Dislivello :  500 m

Tempo di percorrenza :  1.30 ore

20180730_160702

Itinerario :

Lasciate l’auto nel parcheggio in centro paese a Covarey. Proseguite lungo la strada asfaltata in direzione del Centro Visitatori Mont Avic ( http://www.montavic.it ) e oltrepassate il Mont Avic Resort. La strada asfaltata termina poco più avanti in un parcheggio ( riservato ai residenti ), imboccate la strada in pietra che sale verso la Chapelle de Covarey. Proseguite nel bosco lungo la strada sterrata finché non termina in prossimità di alcune case, dove troverete una fontana e alcune curiose statuette che vi daranno il benvenuto.

Da qui in poi il percorso è su sentiero, che sale rapidamente nel bosco tra pietraie e gradoni fatti di radici. Seguite sempre le indicazioni Lac Servaz – segnaletica 5C. Non potete sbagliare perché il sentiero è uno, arriverete in poco tempo al bellissimo laghetto.

Se siete fortunati lo troverete tempestato di Ranuncoli e con sfumature che a seconda della luce virano dal verde acqua al turchese, il tutto racchiuso tra i pendii del Bec l’Espic ( 2355 m ) e del Monte Orso ( 2717 m ).

 

Ecco il video di questa domenica in cammino tra fragoline di bosco, farfalle e specchi d’acqua racchiusi tra i monti!

Se sei alle prime esperienze di trekking possono interessarti questi consigli:

Cosa vuol dire fare trekkingDislivello e difficoltàUna notte in RifugioViaggi in trekking

 

Autore: Giorgia Ricotti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...