Parc National de la Vanoise

L’estate scorsa abbiamo fatto uno splendido viaggio, in cammino in un luogo che fino ad allora neanche sapevo esistesse: il Parc National de la Vanoise ( Francia ). Il Parco si trova nel cuore della Savoia ( Alpi Graie ) letteralmente a due passi da noi. Questo territorio è racchiuso tra la Valle dell’Isère a nord e la Valle dell’Arc  a sud, mentre ad est è collegato con il Parco Nazionale del Gran Paradiso ( Italia ). Primo Parco Nazionale francese, e dal 1976 insignito del Diploma Europeo delle Aree Protette, rappresenta uno degli ultimi ecosistemi d’Europa in cui i grandi carnivori, come ad esempio il lupo o la lince, possono vivere indisturbati. Nel Parco vi sono ben 107 vette che superano i 3000 m e 20 ghiacciai. Un susseguirsi di paesaggi mozzafiato che culminano con la poderosa Grande Casse che, con i suoi 3852 m d’altitudine, domina l’intero Massiccio de la Vanoise. Mi credi se ti dico che ovunque mi voltavo, non riuscivo a smettere di fare foto?

Grande Casse

Mentre eravamo lì abbiamo scoperto che esiste un percorso ad anello che si snoda tra sentieri d’alta quota ( toccando come Punto massimo i 3000 m ) che si può percorrere appoggiandosi a  4 rifugi: Refuge du Fond d’Aussois, Refuge le Repoju,  Refuge du Col de la Vanoise, Refuge de l’Arpont ( e volendo, con una deviazione più impegnativa, anche il Refuge de la Valette ). Tutte situati sulle Grand Randonnees, il GR5 e il GR55, che regalano ad ogni tappa vedute di rara bellezza!

Qui troverai un assaggio, è una delle parti più incredibili dell’intero itinerario.

 

COSA SONO LE GRAND RANDONNEES

Noi le definiremmo Cammini o Vie, in alcune zone Alte Vie. E’ il termine francese per indicare i sentieri escursionistici di lunga percorrenza, quelli cioè che consentono di fare trekking di più giorni o settimane senza mai allontanarsi dal sentiero principale. Il primo sentiero a lunga percorrenza è stato il tratto di 28 km della GR3 tra Orléans e Beaugency, che è stato inaugurato nel 1947. L’idea viene poi “esportata” in Belgio nel 1959 e proprio dalla sezione belga nasce l’attuale GR5, che collega l’Olanda al Mediterraneo.  Gli ultimi GR creati in Francia sono due: la GR2013 inaugurata nel 2013 ( prima “pista metropolitana” in Francia e nel mondo ) e la GR2024 inaugurata nel 2017.

Il GR5 è un sentiero che attraversa parte dell’Europa: inizia nei Paesi Bassi, attraversa il Belgio e il Lussemburgo, per poi raggiungere la Francia e attraversarla da nord a sud. La sua fama la deve principalmente al tratto sulle Alpi francesi dal Lago di Ginevra a Nizza, il cosiddetto Grande Traversée des Alpes.

Il GR 55 invece è un itinerario escursionistico interamente francese. Si trova in Savoia,  lascia il Lago Tignes e risale il Colle de la Leisse per passare poi da La Tarentaise a La Maurienne; termina a Modane nello splendido Parc National de la Vanoise, dopo averlo attraversato da nord a sud.

 

 

 

TREKKING: ISTRUZIONI PER L’USO

Il percorso si sviluppa su sentieri che restano per quasi tutto il tracciato tra i 2000 m e i 3000m. E’ quindi importante essere certi del proprio acclimatamento, per evitare di rovinarsi il cammino con i sintomi del cosiddetto Mal di montagna.

I dislivelli sono spesso impegnativi ( sia in salita che in discesa ) e ogni tappa del percorso richiederà un impegno medio di 6-8 ore di cammino. La lunghezza delle tappe varia dagli 8 km ai 17 km. E’ quindi importante arrivare con un minimo di allenamento per evitare di rovinarsi il cammino; valutate sempre Dislivello e difficoltà di ogni tappa prima di avventurarvi e mettetevi in marcia consapevoli delle vostre possibilità.

L’intero percorso è possibile solo zaino in spalla, questo significa che tutto ciò che porterete con voi vi peserà sulle spalle per 5 giorni. Lo zaino sarà il tuo compagno fedele per tutto il tragitto, quindi prepararlo con cura per un vero Viaggio in trekking è essenziale!

I pernottamenti saranno tutti in Rifugio con trattamento di mezza pensione; questo vuol dire dormire in camerata e avere il bagno in comune, se non sei abituato potrebbe diventare un’esperienza più pesante del previsto. Ti consiglio di fare qualche prova prima, anche per imparare cosa serve in cammino e per passare Una notte in Rifugio. Se non vuoi portarti il cibo per tutti i pranzi, potrai comprare qualcosa di giorno in giorno nel rifugio in cui dormirai. Ah, non lamentarti se i prezzi del pernottamento e del cibo saranno più alti che altrove; ricordati che la fatica che stai facendo tu per arrivare fin lassù, qualcun’altro prima di te l’ha fatta con cibo, bevande e tutto il necessario per darti ristoro sulle spalle.

 

 

 

ANELLO DE LA VANOISE

Qui ti raccontiamo una possibilità, ma puoi partire da ogni rifugio dell’anello ( ogni rifugio è raggiungibile con un sentiero da fondovalle ).

1° GIORNO

Si parte da Plan d’Aval ( Aussois – Francia ). Dall’invaso ( 2000 m ) si risale lungo il vicino Lago di Plan d’Amont per raggiungere il Refuge du Fond d’Aussois ( 2324 m ), dove ci si ferma per la notte.

Dislivello: 400 m +  Tempo: 2 ore

2° GIORNO

E’ il giorno più duro di tutti. Si sale verso il Col d’Aussois ( 2916m ) e si raggiunge Pointe de l’Observatoire ( 3016 m ). Goditi il panorama e riprendi fiato, perché poi ti aspetta una lunga discesa fino alla Valpremont dove si fa tappa al Refuge le Repoju ( 1720 m ) per la notte.

Dislivello: 590 m + e 1200 m –       Tempo: 8 ore

3° GIORNO

Dal Refuge le Repoju prenderai il mini bus che ti porterà a Les Fontanettes ( 1570 m ) e da qui proseguirai a piedi. [ se non vuoi fare questo tratto in navetta dovrai calcolare un giorno in più di trekking per fare una tappa intermedia al Refuge de la Valette ]. Risalirai la splendida valle ai piedi dell’Aiguille de la Vanoise, tra muretti a secco e laghi di ogni forma e colore ( tra cui il più famoso Lac des Vaches dove “cammineremo sulle acque” ). Il rifugio tappa è Refuge du Col de la Vanoise ( 2516 m ) ai piedi dell’imponente Grande Casse ( 3865 m ).

Dislivello: 950 m +    Tempo: 4 ore

4° GIORNO

Ti metterai in cammino costeggiando il Ruisseau de la Vanoise, incontrando nuovi laghi alpini che riposano tra i ghiacci dei massicci della Grande Casse e della Vanoise. Si prosegue lungo il versante orientale del Massiccio de la Vanoise fino a raggiungere il Refuge de l’Arpont ( 2310 m ) dove ti fermerai per la notte, ai piedi del Dôme de Chasseforet.

Dislivello: 500 m – e 400 m +      Tempo: 8 ore

5° GIORNO

Sempre sulle tracce del GR 5 proseguirai lungo il versante occidentale del Massiccio de La Dent Parrachee, fino ad arrivare nei pressi di Le Montana, dove si concluderà la tua avventura a Plan d’Aval ( Aussois ).

Dislivello: 400 m + e 710 m –    Tempo: 8 ore

 

 

 

Ti racconteremo i trekking nel dettaglio, per ora ti consigliamo di vedere questo bellissimo video fatto con un drone!

Se invece vuoi venire con noi quest’estate, scarica il programma completo e scrivici info@moretraveltrek.com .

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.